Dorelan Dorelanbed Interviste

Ivano Carizzi, consulente del riposo DorelanbedDopo aver incontrato Francesca del Dorelanbed di Perugia che ci raccontato come la felicità sia legata al dormire bene, oggi incontriamo Ivano, consulente del riposo Dorelanbed.

Ciao Ivano, presentati ai nostri lettori?
Ciao a tutti, mi chiamo Ivano Carizzi, sono nato nel 1982 in Ciociaria, ho 34 anni, laureato in scienze della comunicazione.
Lavoro nel commercio dal 2008 e oggi faccio uno dei lavori più belli: sono Consulente del Riposo per alcuni DorelanBed, i negozi dei tuoi sogni, dove l’intimità che nasce all’interno di questi negozi con le persone è un’intimità condivisa, un’esperienza umana unica.

Quali sono secondo te i motivi che portano a dormire poco?
La velocità di questo mondo. Oggi il mondo corre velocemente e tutti viviamo con la preoccupazione di non saper gestire questa velocità. Quante volte abbiamo sentito dire: non dormo perchè ho troppi pensieri. Vogliamo sfruttare al massimo tutti i momenti della giornata, fare più cose con più persone insieme.

Qual è il rimedio secondo te?
E’ ritagliarsi del tempo per sè, staccare la spina e non essere costretti a stare al passo di tutto e dedicarsi a quello che ci fa stare bene. In una parola: rallentare.

Come viene vissuta l’esperienza del tempo dentro un Dorelanbed?
In un negozio DorelanBed dedichiamo molte energie all’accoglienza, le persone si portano dietro il loro vissuto la loro velocità, inoltre qui si entra in un’altra dimensione, si esce allo scoperto e si scopre la necessità di regalarsi un’esperienza unica, intima ed è proprio così che l’ intenzione del dare un’occhiata si trasforma in due ore di consulenza. Dedichiamo molta attenzione alle persone per fargli scoprire il valore della bedding experience, un percorso guidato alla scelta del materasso capace di donare benessere che non può essere ridotto ad un semplice acquisto.

Dorelanbed Vicenza
Cosa cercano le persone che entrano dentro il negozio?
Le persone che entrano in un DorelanBed cercano la sicurezza in termini di fiducia.
Entrano con il sentito dire che i materassi sono tutti uguali vogliono la rassicurazione della qualità, del benessere gli obbiettivi della loro ricerca: Dormire bene per vivere meglio.

Secondo la tua esperienza come vivono le persone la scelta del materasso?
La scelta del materasso è una scelta molto intima.
Un’intimità condivisa tra la coppia e noi consulenti. Direi che intima è il termine giusto.
L’ambiente aiuta molto, qui i clienti si dimenticano del tempo, trovano persone umane, aperte, che mettono in gioco le loro emozioni. L’ascolto è fondamentale per ricerca del materasso migliore, che sappia donare il benessere e quella voglia di alzarsi al mattino rinati.
All’interno di un DorelanBed raccontiamo il valore che c’è dietro ogni prodotto, studiato e progettato per offrire il massimo del comfort; sarebbe troppo facile consigliare il top di gamma ma di fatto la qualità e il benessere vengono prima di tutto, il prodotto giusto è frutto di un percorso. Qui facciamo cultura del dormire bene per vivere meglio.

Come capisci qual è il materasso giusto per il cliente che lo sta provando?
Lo capisco quando vedo un sorriso, un viso rilassato e quando vedo due persone entrambe con un sorriso complice allora capisco che ci siamo. Lo capisco quando non ci sono obiezioni. La gente che entra in negozio è abituata a dormire sullo stesso materasso da dieci, quindici anni e quando entra in un DorelanBed trova un prodotto comodo, che offre il massimo del comfort. Si tratta di un viaggio fatto di tecnicismi, ma soprattutto di grandi emozioni.

Quali sono i criteri per scegliere il materasso adatto rispetto anche ai disturbi di cervicale e mal di schiena?
Sicuramente lo status quo del proprio benessere del proprio stato fisico. Si parte dall’abitudine, capire da quale esperienza vengono, su quale materasso dormono attualmente ed iniziare così un percorso educativo e per certi versi riabilitativo e quindi propedeutico al dormire bene.

Come si raggiunge il sonno perfetto?
Un buon materasso è sicuramente il punto di partenza per garantire, notte dopo notte, un riposo confortevole e rigenerante.

Ultima domanda.. se Ivano fosse un materasso, che materasso sarebbe?
Sarei sicuramente un Ritual Plus – Materasso in MyForm HD Dorelan
Il Ritual risponde alle mie esigenze mi capisce, capisce il mio corpo. Per me un buon sonno è un vero e proprio rituale al quale non posso rinunciare mai.

Ringraziamo Ivano per il suo tempo e per tutto quello che ci ha raccontato sulla scelta del materasso! 🙂
Se avete perso le altre interviste, le trovate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

CONTENUTI ESCLUSIVI NEWSLETTER

Ricevi gli aggiornamenti dal nostro blog

Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy.