Scopri il materasso EDEN Sfoderabile Firm!

0

Oggi Dorelan è lieta di presentare uno dei gioielli più preziosi della nuova collezione in Myform Progress: Eden in versione Sfoderabile Firm, un materasso dal comfort eccellente, capace di regalare ogni notte al tuo relax un benessere di altissimo livello!

Grazie al suo cuore in Myform Progress con speciale sagomatura “ad onde”, Eden offre al tuo riposo una perfetta ergonomia, un comfort di altissimo livello e un’accoglienza meravigliosamente puntuale per ogni parte del corpo.

blog_EDEN_SF_caratteristiche

IL “CUORE”

Materiale ad altissima innovazione tecnologica, il Myform Progress nasce dai laboratori di ricerca Dorelan per offrire al corpo il massimo dell’ergonomia e del comfort di riposo.
Nel cuore di Eden sfoderabile lavorano in sinergia ben 4 differenti tipi di Myform: – Myform Memory Air – Myform Memory – Myform Extension – Myform Air.

➢    Il Myform Extention (nella parte centrale), conferisce al materasso la sua ineguagliabile ERGONOMIA e costante ELASTICITÀ.

➢    Il Myform Air (sul lato estivo) è un materiale caratterizzato da una particolare struttura a cellule aperte, ampie e numerose, che rendono il materasso particolarmente TRASPIRANTE, FRESCO e ASCIUTTO.

➢    Il Myform Memory Air ed il Myform Memory (sul lato invernale del materasso) aggiungono ai benefici del Myform Air (ottima traspirazione e igiene) tutto il comfort del Memory, in grado di modificare la propria forma modellandosi perfettamente alle curvature del corpo, per accoglierlo in un abbraccio sempre MORBIDISSIMO.

Gli spessori variabili dei Myform nel cuore del materasso creano una speciale sagomatura “ad onde”, per un’ACCOGLIENZA meravigliosamente PUNTUALE.

L’alternanza di 7 Zone a portanze differenti nelle diverse sezioni della lastra, inoltre, offre un SOSTEGNO PERSONALIZZATO ad ogni zona del nostro corpo, rispettandone l’ERGONOMIA e consentendo alla colonna vertebrale di mantenere sempre la sua naturale curvatura!

IL “RIVESTIMENTO”

L’esclusivo Rivestimento Sfoderabile di questo modello esalta con raffinatezza l’elasticità e l’accoglienza del materasso.
La fascia laterale del Rivestimento è in tessuto tridimensionale Respiro, che favorisce una costante AERAZIONE ed una perfetta TRASPIRAZIONE del materasso.
Il Rivestimento è inoltre lavabile, per una più semplice manutenzione e per garantire sempre una PERFETTA IGIENE dell’intero materasso.
Il Rivestimento, infine, è disponibile in tre tipologie differenti di fodera, per consentire a ciascuno di personalizzare il materasso secondo i propri gusti in fatto di relax… Dorelan propone per questo modello la Fodera Myform Memory, per chi desidera il massimo del comfort, la Fodera Naturlife, fresca, accogliente e naturale, oppure la Fodera Fibersan, anallergica e traspirante.

Vuoi sperimentare di persona la meravigliosa accoglienza del nostro Eden Sfoderabile Firm?
Ti aspettiamo presso i Rivenditori Dorelan per una prova senza alcun impegno!

Dorelan: parola ai Clienti!

0

I veri testimonial di Dorelan sono le migliaia di Clienti che ogni giorno affidano il proprio riposo ai nostri prodotti.

Oggi ve ne presentiamo uno: si chiama Maria Giulia Cerruti, e l’abbiamo conosciuta tramite Facebook ancora prima che diventasse nostra Cliente. Si era infatti rivolta alla nostra FanPage per chiedere indicazioni su quale materasso scegliere fra le nostre numerosissime proposte. Maria Giulia cercava un materasso che l’aiutasse ad affrontare  i ricorrenti problemi alla schiena e alle spalle di cui soffriva, e, a distanza di un anno dall’acquisto del nostro Nube, si dice “veramente soddisfatta” della sua scelta.

Ecco cosa ci ha raccontato durante l’intervista:

Buongiorno Maria Giulia, grazie per aver accettato la nostra intervista!

Si presenti ai lettori del blog Dorelan!

Buongiorno! Mi chiamo Maria Giulia, abito ad Asti e sono una ex insegnante, attualmente in pensione.

Come si definisce in quanto “Cliente”?

Devo dire che sono una Cliente esigente, che ama scegliere dopo un’attenta ricerca e valutazione, specialmente quando si tratta di prodotti per il benessere.

Quando ha conosciuto i prodotti Dorelan?

Ero alla ricerca di un nuovo materasso perché il mio vecchio letto ortopedico, molto duro, non andava più bene per le mie esigenze.

Ho cercato a lungo, visitando molti negozi nella mia zona, e mi sono informata leggendo le opinioni e i commenti su vari siti Internet, per capire le caratteristiche dei prodotti che provavo nei negozi. Sono rimasta piacevolmente colpita da vari materassi Dorelan che mi erano stati proposti, e mi sono rivolta all’Azienda attraverso la pagina Facebook per chiedere un consiglio.

Qual era la Sua problematica?

Da qualche tempo soffrivo di un forte mal di schiena, concentrato nella zona lombare, un dolore sicuramente legato alla postura non corretta assunta durante il sonno, poiché dormivo su un supporto divenuto troppo rigido. Inoltre, dopo ben 15 anni, avevo deciso di passare alle “reti sollevabili”, e avevo quindi l’esigenza di passare da un materasso a molle ad un prodotto di ultima generazione più adatto a questo tipo di base.

Quale materasso ha scelto, e perché?

Dopo aver provato numerosi modelli di vari produttori, fidandomi delle mie sensazioni e supportata dal parere esperto del titolare del bellissimo punto vendita Mo.De. di Asti mi sono orientata sui materassi in Myform Progress di Dorelan, che si adattano in maniera ottimale alle mie reti e soprattutto alla mia schiena!

Ero indecisa tra il Nube con la classica fodera in tessuto e un materasso della linea Progress HD in versione Comfort-Suite, con fodera Fibersan. Alla fine ho scelto il secondo, abbinato ad un un guanciale Dorelan in lattice.

Come dicevo all’inizio, ho cercato a lungo e con attenzione i prodotti più adeguati: desideravo prendere una decisione oculata, prima di tutto per dormire bene!

Inoltre ho potuto scaricare parte della spesa come presidio medico, quindi l’acquisto è stato vantaggioso anche da questo punto di vista.

Da quanto tempo dorme sul Suo materasso Dorelan?

Ormai è passato un anno e devo dire che penso proprio di aver fatto una scelta giusta!

Ci racconta la prima notte sul Suo nuovo materasso Dorelan? Come ha dormito?

Davvero bene! Mi sono sentita molto coccolata, anche perchè era ottobre, iniziava il periodo freddo ed ho subito provato una piacevole sensazione di accoglienza.

E oggi è ancora così?

Sì, mi trovo sempre molto a mio agio su questo materasso! Trascorro molto tempo a letto, specialmente durante il periodo invernale. Sto spesso sdraiata: non solo la notte, ma anche per leggere o guardare la televisione, magari sollevandomi con dei cuscini.

In una parola, come definirebbe il Suo sonno, ora?

Direi che dormo fin troppo! Sono sempre stata una dormigliona, ma ora grazie al mio nuovo materasso, mi addormento più in fretta e riesco a riposare davvero bene e a lungo!

La Redazione Dorelan ringrazia ancora una volta Maria Giulia, la nostra “testimonial per un giorno”, per la grande disponibilità e la cortesia con cui ha risposto alle nostre domande, e dà appuntamento ai lettori del Blog alla prossima intervista!

Insonnia: il nemico del tuo buon riposo!

0

Torna sul Blog Dorelan l’atteso appuntamento con gli approfondimenti della nostra Esperta del Sonno, la Dottoressa Sara Marelli del Centro di Medicina del Sonno dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Con questo post apriamo una serie di approfondimenti tutti dedicati al tema dell’insonnia, il più comune e insidioso tra i disturbi del sonno.

Data la vastità è l’interesse dell’argomento, lo affronteremo infatti in più capitoli: in questa prima occasione cercheremo essenzialmente di capire cosa sia e chi colpisca l’insonnia, mentre negli appuntamenti che seguiranno ci occuperemo delle cause che ne favoriscono l’insorgere, delle conseguenze che l’insonnia porta a chi ne soffre, e del come prevenirla, affrontarla e combatterla.

Buona lettura!

Che cos’è l’insonnia?

L’insonnia viene definita secondo ICSD-2 (la seconda edizione della Classificazione Internazionale dei Disturbi del Sonno – International classification of sleep disorders, a cura dell’American Academy of Sleep Medicine) come “Disturbo caratterizzato da difficoltà d’inizio, durata, mantenimento o qualità del sonno, pur in presenza di adeguate condizioni che favoriscono il sonno, e che presenta diverse conseguenze diurne strettamente correlate al sonno notturno disturbato”.

In particolare si distinguono tre tipi di insonnia: quella iniziale che consiste nella difficoltà ad addormentarsi, quella centrale caratterizzata da frequenti risvegli durante la notte e quella terminale che si manifesta con un risveglio precoce mattutino.

Tutti questi tipi di insonnia inducono in chi ne è colpito la sensazione di una scarsa qualità e quantità del sonno, causando spesso durante la veglia una serie di malesseri psico-fisici quali irritabilità, spossatezza, mancanza di attenzione, dolori articolari – fenomeni che senza dubbio incidono pesantemente sullo stato di benessere psico-fisico generale della persona.

Insonnia: semplice disturbo o patologia?

L’insonnia può avere una durata molto variabile nel tempo a seconda del soggetto che ne è colpito e delle cause che ne favoriscono l’insorgere: si fa infatti differenza tra insonnia situazionale, ricorrente e persistente.

La prima (insonnia situazionale) si manifesta essenzialmente in un singolo episodio, non di rado della durata di più notti, e spesso è legata a situazioni di stress “situazionale”, quali un esame, un lutto, un cambiamento radicale nelle abitudini di vita, oppure a stress prolungati fisiologici (ad esempio una grave malattia o cambiamenti repentini di fuso orario).

Una volta venuta a mancare la causa scatenante, l’insonnia situazionale generalmente scompare senza lasciare segni se non quelli di una normale privazione del sonno.

L’insonnia ricorrente è caratterizzata da tempi più lunghi, dell’ordine di un mese o poco più, e generalmente si manifesta con un decorso intermittente, nel quale a brevi periodi di notti disturbate si alternano situazioni di sonno regolare.

Col tempo la situazione tende a tornare alla normalità – sebbene non siano da escludersi delle ‘ricadute’ a distanza anche di anni – mentre sotto l’aspetto fisiologico durante il periodo in cui il disturbo si manifesta chi ne è colpito accusa sensazioni di malessere diffuso e forte disagio psicologico.

Chi non è così fortunato da tornare ad una situazione di normalità del ciclo sonno-veglia sono coloro i quali soffrono di insonnia persistente o cronica, che accompagna negli anni chi ne è colpito causando gravissime conseguenze per la salute.

In questo caso il disturbo diventa una vera e propria patologia, e necessita di supporto medico specialistico e di adeguate terapie che possono essere fornite nei Centri di Medicina del Sonno.

Interessante è notare come l’insonnia persistente possa variare tipologia nel tempo: nelle prime fasi generalmente si manifesta come insonnia iniziale, per poi trasformarsi spesso in centrale o tardiva e continuare poi ad oscillare nel tempo tra le tre fasi.

L’incidenza dell’insonnia sulla popolazione

Non è facile dire con precisione quante siano le persone che soffrono d’insonnia: certo non mancano gli studi e le ricerche sull’argomento, ma è difficile raffrontare i dati in quanto spesso gli specialisti li hanno raccolti sulla base di teorie e definizioni diverse del disturbo.

Dovremmo accontentarci quindi di capire gli ordini di grandezza del fenomeno, e soprattutto di farci un’idea piuttosto precisa della sua distribuzione geografica.

Già nel lontano 1978 la prestigiosa società demoscopica americana Gallup rendeva pubblici i dati di un sondaggio secondo il quale il 95% degli americani aveva sofferto almeno una volta nella vita di insonnia.

Secondo gli esperti italiani nel nostro paese sono circa 12 milioni le persone che lamentano problemi di insonnia, e di questi 12, almeno 4 milioni ne sono afflitti nella sua forma cronica!

Ciò che mette d’accordo tutti gli studiosi è la lettura socio-geografica dell’incidenza dell’insonnia: com’è intuibile, essendo questa legata a filo doppio allo stress e a uno stile di vita frenetico, le società cosiddette ‘occidentali’ ne risultano colpite in maniera decisamente più forte rispetto a quelle orientali, nell’ordine spesso della decina di volte in più!

Queste prime e semplici informazioni sono già più che sufficienti per mostrarci quanto il fenomeno dell’insonnia sia davvero ampio e diffuso, e come sia quindi fondamentale dotarsi di informazioni e strumenti per prevenirlo e contrastarlo efficacemente.

Uno stile di vita sano e regolare, il rispetto delle semplici ma fondamentali regole di igiene del sonno e un buon sistema letto sono alla base della prevenzione dell’insonnia, ma vedremo nei prossimi appuntamenti molti altri importanti suggerimenti per affrontarla e combatterla.

Dottoressa Sara Marelli
Esperto del Sonno Dorelan