emozionidorelan: intervista presso il DorelanBed di Mantova

0

Per questo nuovo appuntamento con le interviste Dorelan ci siamo recati a Porto Mantovano, presso il negozio specializzato DorelanBed aperto da poco più di un anno dalla famiglia Zanellini.

L’anno scorso abbiamo conosciuto la Store Manager del Punto Vendita, Ombretta, sulla nostra FanPage Facebook, come una delle vincitrici dell’animazione #emozionidorelan.
Ombretta si era aggiudicata il “Premio Dorelan” per aver scelto di rappresentare il concetto di emozionidorelan con creatività, freschezza e genuinità: aveva infatti pubblicato una fotografia con un bambino che gioca felice su un nostro materasso.
Ombretta ci ha accolti con il suo nipotino Andrea, il bimbo immortalato nella fotografia vincitrice.

- Ciao Ombretta, buongiorno!
- Buongiorno e benvenuti a Mantova! Vi presento mio fratello Ilario e mio nipote Andrea.

- Piacere di conoscervi! Nell’immagine con cui hai vinto il contest emozionidorelan la presenza di tuo nipote è stata di ispirazione… Vi va di raccontarci com’è nata l’idea della foto?
- Andrea mi viene spesso a trovare in negozio e ama molto questo posto. E’ una gioia vederlo giocare tra i prodotti Dorelan!
L’obiettivo condiviso con l’Azienda, all’inaugurazione di questo nuovo Punto Vendita della rete DorelanBed, era proprio quello di ricreare uno spazio da vivere: curiamo ogni dettaglio del nostro “allestimento emozionale”, con vetrine e spazi interni progettati per presentare al meglio i prodotti, ma soprattutto per accogliere ed emozionare il cliente… di ogni età!

- Infatti hai pubblicato più di una foto per raccontare le emozioni che animano il tuo Punto Vendita… Come sai è un tema che ci sta molto a cuore! Secondo la tua esperienza, come vivono le persone la scelta del proprio ambiente notte?
- La scelta di un nuovo sistema letto, degli arredi e dei complementi è indubbiamente un percorso pieno di emozioni: la camera da letto è il luogo più intimo della casa, quello che rispecchia maggiormente la personalità di chi la abita. Ed è anche quello in cui trascorriamo più tempo!
I nostri Clienti dedicano una grande attenzione alla scelta degli arredi di questo ambiente e dei prodotti per il riposo. Per me, come Consulente, accompagnarli in questa fase nel modo giusto è davvero importante… è un percorso che inevitabilmente attiva anche le mie emozioni, la mia empatia.

- Spiegaci meglio come vivi questo tuo ruolo di Consulente del Riposo…
- Accogliere le persone che entrano in negozio, ascoltarne le esigenze e cercare di guidarle nella scelta dei prodotti più adeguati ai loro bisogni ed alle loro preferenze è un compito molto delicato.
Solitamente i Clienti arrivano da noi con aspettative elevate e sono molto esigenti, in particolare se hanno problematiche mediche specifiche, o se si tratta di coppie giovani che hanno deciso di investire sul proprio benessere “fin dal primo materasso”.
Oltre alle conoscenze tecniche approfondite e alle preziosissime competenze che acquisiamo in occasione degli incontri di formazione in Dorelan, ognuno di noi Consulenti mette al servizio del Cliente la propria sensibilità personale e il proprio stile.

- Qual è il tuo stile?
- Personalmente presto molta attenzione a creare l’atmosfera giusta, curando la luminosità e la pulizia degli ambienti e personalizzando lo spazio con fiori e altri dettagli piacevoli.
Cerco di mettere il Cliente a proprio agio durante la visita anche con la tonalità rassicurante della voce: a volte noto che alcune persone sono titubanti, si stupiscono, o addirittura si vergognano, di “dover provare” il sistema letto prima dell’acquisto.

- Anche la prova dei prodotti suscita emozioni… come procedi solitamente?
- Il nostro Store ha una superficie molto ampia e accoglie ben 18 “angoli prova”, con letti e materassi matrimoniali e singoli, in più ci sono i guanciali… c’è quindi una vasta possibilità di scelta e di combinazioni, e il momento della prova è fondamentale: non deve risultare un’esperienza dispersiva!
In base al colloquio iniziale, propongo ad ogni Cliente un percorso personalizzato. Presto molta attenzione a rispettare la “privacy”, mi allontano discretamente per dare eventualmente la possibilità di confrontarsi con il partner, ma soprattutto cerco di lasciare il tempo di ascoltare le sensazioni del corpo disteso su ciascun modello selezionato.

- Come capisci qual è il materasso giusto per il Cliente che li sta provando?
- Quando la colonna vertebrale è in posizione fisiologica, la muscolatura ha un sostegno corretto e le forme sono accolte piacevolmente dal materasso, tutto il corpo si rilassa e anche il viso si distende… spesso osservando questi piccoli segnali, la postura e le espressioni del volto riesco a capire che il materasso è “quello giusto”, prima ancora che siano le persone a comunicarmelo.

- Per concludere questa intervista e questo incontro, che messaggio desideri comunicare ai nostri lettori che ancora non dormono su un sistema letto Dorelan?
- Il messaggio più importante? Vorrei ricordare a tutti che la qualità del sistema letto su cui dormiamo influisce sul nostro sonno e quindi sul nostro benessere… Dormire su un prodotto eccellente è davvero una soddisfazione meravigliosa!

Grazie a Ombretta e al suo nipotino: anche oggi, nel bellissimo negozio DorelanBed di Mantova, ci avete regalato emozioni!

RLS, la sindrome delle gambe senza riposo

0

Uno dei disturbi del sonno più frequenti durante la stagione estiva, poco “riconosciuto” ma assai diffuso e piuttosto insidioso, è la “Sindrome delle gambe senza riposo”, nota negli ambienti specialistici come RLS (dall’inglese Restless Legs Syndrome – e conosciuta anche come malattia di Willis-Ekbom).

A questo tema è dedicato il nuovo appuntamento degli approfondimenti Dorelan sui disturbi legati al benessere del sonno.

Il sintomo da cui prende il nome la “Sindrome delle gambe senza riposo”è un’incontenibile necessità di muovere le gambe quando si è in posizione sdraiata. Si manifesta infatti soprattutto quando si è a riposo, con sensazioni fastidiose simili a crampi o fitte dolorose ai muscoli, descritte spesso come “gambe che tirano” o come “piccole scosse”.

Si tratta di una condizione che può influire molto negativamente sul nostro sonno, in quanto può impedire l’addormentamento anche per molte ore o può causare risvegli improvvisi e continui!

Il bisogno di muovere gli arti inferiori – con estensione degli alluci e flessione delle caviglie e delle ginocchia o anche, più raramente, con movimenti delle braccia, del viso, del tronco e della regione genitale – si accentua nella prima parte della notte.
I movimenti involontari – rapidi, a scatto o sussulto, ripetitivi, spesso stereotipati, si presentano ogni 15-40 secondi – compaiono durante la fase non REM del sonno, e sono solitamente accompagnati da sensazioni sgradevoli, descritte come formicolii o bruciori.

La fondazione statunitense che riunisce le persone che hanno questa sindrome afferma che si tratta della “più comune patologia di cui non hai mai sentito parlare”.
Effettivamente la RLS è molto diffusa (negli USA colpisce circa il 10% degli adulti, prevalentemente di sesso femminile, e circa il 2% dei bambini) e comporta un’importante compromissione della qualità del sonno e della qualità della vita, ma è ancora oggi poco diagnosticata. Spesso questa sindrome viene confusa con l’insonnia, la depressione o altre condizione neurologiche, muscolari o ortopediche. In effetti non se ne conoscono con esattezza le cause, anche se le ricerche suggeriscono una componente genetica o un’associazione con la carenza di ferro.

Alcune forme di RLS sono invece secondarie ad alcune particolari situazioni, patologie o all’uso di alcuni farmaci. Si verificano ad esempio in casi di insufficienza renale, bassi livelli di ferro o anemia, gravidanza, e neuropatia periferica. Inoltre, sicuramente lo stress, la dieta o altri fattori ambientali possono svolgere un ruolo nello sviluppo di RLS secondaria.

La RLS può iniziare a qualsiasi età: nei bambini può essere confusa con dolori della crescita o irrequietezza, mentre nei pazienti più anziani i sintomi sono più chiari, in quanto si avvertono più frequentemente e per periodi di tempo più lunghi, poiché tendono ad accentuarsi durante l’inattività, mentre si alleviano temporaneamente con il movimento.

Si tratta di una condizione che possiamo senz’altro definire “grave” nelle sue forme più acute, ma è sempre curabile. La sua gravità varia a seconda dell’importanza e della frequenza con cui ne avvertiamo i sintomi; a seconda della velocità con la quale riusciamo ad alleviarne i sintomi grazie ad un po’ di movimento, e a seconda della qualità del nostro sonno.

La chiave per vivere bene con la sindrome delle gambe senza riposo sta quindi, senz’altro, nel saperne gestire i sintomi.
Ecco alcuni suggerimenti:

- Non nascondere i sintomi: parlane con i tuoi amici, familiari e colleghi, e, se necessario, rivolgiti ad uno specialista.
- Pratica regolarmente yoga, pilates, o di altre tecniche di stretching, preferibilmente alla fine della giornata.
- Limita l’assunzione di caffeina e alcol e se necessario assumendo integratori di ferro.
- Prendi l’abitudine di fare un bagno caldo ogni giorno, prima della fine della giornata.
- Organizza la tua giornata per essere in grado di dormire quando i sintomi sono meno pronunciati.
- Se devi trascorrere molto tempo seduto, ad esempio al cinema, in treno o in aereo, scegli un posto in corridoio in modo da poterti muovere, se necessario.
- Pianifica i viaggi nelle ore in cui i sintomi sono meno accentuati, e prevedi sempre delle pause.

E ricorda: garantirsi ogni notte tutte le condizioni ottimali per un buon riposo (condizioni ambientali, climatiche, fisiche e psicologiche) è sempre una condizione imprescindibile per potersi addormentare senza problemi e godere di un buon sonno!

Fisiology 1.301: l’alleato perfetto per il tuo sonno!

0

In queste settimane di caldo intenso, ti presentiamo uno dei modelli più esclusivi fra le nuove collezioni di materassi Dorelan: è il Fisiology1.301.
Traspirazione eccellente, massima aerazione, rivestimento climatizzato con fodera anallergica e antibatterica lo rendono un perfetto alleato per salvaguardare il tuo benessere del sonno, notte dopo notte e in ogni stagione dell’anno!

Ecco la sua carta d’identità:

caratteristiche_FISIOLOGY 1.301

L’UNICITÀ DEI MODELLI FISIOLOGY

Ciò che rende unici i prodotti della linea Fisiology è la progettazione orientata ad offrire il massimo della traspirabilità. Tutti i materassi della linea Fisiology by Dorelan sono infatti dotati di uno speciale strato di tessuto tridimensionale posto all’interno della Fodera, che contribuisce a mantenere il materasso sempre fresco e asciutto, a garanzia di un perfetto clima di riposo in ogni stagione. Una speciale fascia perimetrale nel Rivestimento, inoltre, grazie al suo spessore, garantisce una perfetta aerazione, poiché consente un continuo passaggio dell’aria dall’esterno all’interno del materasso e viceversa.

Un materasso ben areato e perfettamente traspirante è garanzia di un’igiene perfetta e di un riposo sano, poiché il costante ricambio dell’aria contrasta la formazione di zone di umidità a tutto vantaggio del benessere di riposo!

IL “RIVESTIMENTO”

È il segreto della perfetta climatizzazione di Fisiology1.301:
Nella parte interna della Fodera, uno strato di tessuto tridimensionale Respiro garantisce un’ottima traspirabilità, favorendo un costante ricambio dell’aria, sia all’interno che nella superficie del materasso, mantenendolo sempre fresco e asciutto.
La Fodera è inoltre anallergica e antibatterica, completamente sfoderabile e lavabile, a garanzia di un’igiene eccellente e di un perfetto benessere di riposo.

Su entrambi, inoltre, il rivestimento è arricchito da una generosa imbottitura, che regala al materasso un comfort elevato ed un’accoglienza morbida e sempre adeguata alla stagione dell’anno: 3,5 cm di Myform Memory, ergonomico ed avvolgente, arricchiscono il lato invernale della fodera, mentre sul lato estivo 3,5 cm di Myform Air garantiscono elasticità e freschezza dei mesi più caldi.

IL “CUORE”

L’esclusivo molleggio Twin System che costituisce il cuore del materasso, grazie alla particolare struttura di ogni singola molla, offre una straordinaria capacità di adattamento alla morfologia del nostro corpo, indipendentemente dalla posizione che assumiamo durante il sonno. Possiamo così parlare di un sostegno variabile e adeguato ad ogni differente parte del corpo disteso e di una perfetta ergonomia.
Il supporto altamente ergonomico è inoltre garantito dall’alternanza di 7 Zone Differenziate da un maggiore o minore numero di molle, per fornire al corpo un supporto più deciso oppure più accogliente laddove è necessario.

Con il suo sostegno leggero, preciso e altamente personalizzato ed il suo comfort eccellente Fisiology 1.301 ti regalerà notte dopo notte un riposo perfettamente adeguato alle tue esigenze e sempre altamente rigenerante!

Curioso di sapere tutto sul Fisiology 1.301?
Guarda il video oppure vieni a provarlo presso i DorelanBed, i negozi specializzati Dorelan presenti in tutta Italia!