Tinti Arredamenti. Parola di consulente!

0


“A letto trascorriamo quasi un terzo della nostra vita. Non sempre dormendo:
la nostra camera è anche un luogo per pensare e sognare, a occhi chiusi e a occhi aperti, e il letto deve saperci accogliere e sostenere, deve essere pratico e funzionale.
Ma deve anche essere bello da vedere.”

Ecco cosa si legge sul sito web di Tinti Arredamenti, il rivenditore Dorelan di Verbania, sul Lago Maggiore, dove ci siamo recati a conoscere l’affascinante titolare, il Sig. Mario, e la sua raffinata moglie, designer e pittrice…

Ecco cosa ci hanno raccontato!

Buongiorno, ci presenta la Sua attività?

Benvenuti! Il nostro è un vero e proprio mobilificio di alto livello, che propone al Cliente “arredi completi”: offriamo cioè l’arredo per tutta la casa e collaboriamo con i migliori nomi del design nazionale e internazionale.
Lavoriamo moltissimo con le famiglie e le giovani coppie, e molto anche con i turisti che comprano la loro seconda casa nella nostra splendida zona.

Quanta importanza ha il materasso per chi acquista l’arredo del proprio appartamento?

Il nostro Cliente arriva all’acquisto del materasso come ultima cosa, quando ormai ha già scelto l’arredo di tutto l’appartamento. Per il nostro tipo di attività il materasso è un “complemento”. Il 90% delle coppie che incontriamo, infatti, scelgono e acquistano principalmente una bella camera da letto, e solo alla fine affrontano la “questione materasso”, quando ormai il budget rimasto è ridottissimo, se non addirittura terminato! Ma non è nel nostro stile offrire ai Clienti prodotti “low cost” e magari di non grande qualità… Il nostro Cliente si fida di noi, e noi rispettiamo la sua fiducia offrendo il meglio. Per la camera da letto, infatti, noi proponiamo solo ed esclusivamente materassi Dorelan.

Siamo proprio noi a spiegare ai Clienti che il materasso è importantissimo ed è un acquisto che apprezzeranno nel tempo: sarebbe sbagliatissimo sceglierne ‘uno qualunque’ perché al materasso è affidato il benessere del nostro sonno e in particolare della nostra colonna vertebrale! Aggiungiamo sempre che, oltretutto, un riposo di qualità è garanzia di salute durante il giorno: se dormi bene ti svegli bene… E sui materassi Dorelan ci si rilassa davvero, e si dorme benissimo: parola di chi su un Dorelan ci dorme da anni, per 8 ore ogni notte!

Come avete incontrato Dorelan?

Per quanto riguarda i materassi, eravamo alla ricerca di qualcosa di unico per i nostri Clienti, di una linea di prodotti innovativi e che potessero garantire qualità e alti livelli di benessere. Ci hanno consigliato Dorelan, e per testare il livello di questi prodotti, per prima cosa ho acquistato un materasso per me…
Dormivo da tempo su un buon materasso, un modello a molle indipendenti, e all’epoca acquistai un Eden: il cambio è stato davvero una piacevolissima sorpresa!

Volendo proporre qualcosa di davvero nuovo ai Clienti, volli provare subito il Myform, che amai immediatamente grazie al mio accogliente Eden! La mia postura durante il sonno è migliorata fin dal primo giorno, e da allora di materassi in Myform ne ho venduti davvero tanti, con tutta la passione con cui si può vendere un prodotto di cui si è innamorati!

Ricordo che ai primi tempi in cui vendevamo prodotti Dorelan in Myform i nostri Clienti ci richiamavano in negozio felicissimi: “Ma sai che questo Myform è una bomba – mi ricordo questa chiamata come fosse oggi – Al mattino non riesco ad alzarmi!!!!”

I Clienti provano volentieri i materassi esposti?

No, spesso i Clienti tendono a non dedicare alla scelta del materasso l’attenzione necessaria, hanno poco tempo e semplicemente lo tastano con la mano o si siedono sul bordo per pochi secondi… Ma questo non è provare un materasso, è semplicemente “avvicinarsi” al prodotto. Provarlo è un’altra cosa!

Siamo ancora una volta noi ad invitare i Clienti a provare tutti i modelli che proponiamo dedicando a ciascuno il giusto tempo, sdraiandosi, rilassandosi, ascoltando le risposte del proprio corpo.

Per stimolare i Clienti alla prova giochiamo molto sul fattore “curiosità”, dicendo loro che quelli che hanno davanti sono prodotti davvero nuovi e straordinari, che offrono un’accoglienza e un sostegno che senz’altro li stupiranno, e il gioco è fatto! Una volta provato il primo, poi vorranno provare tutti i materassi del negozio!
Ricordo un Cliente tedesco che mi chiese addirittura di poter dormire per qualche ora sul modello che stava scegliendo, e si fece un bel pisolino qui in negozio, dalle tre del pomeriggio fino alle sei… Così si fa!

Anche Lei ha provato tutti i materassi Dorelan che ha in negozio?

Assolutamente sì! Provo tutti i modelli che propongo ai miei Clienti, altrimenti non sarei in grado di argomentarli… Li provo per lavoro, e non solo: ogni tanto mi innamoro di qualche modello in particolare.

Dopo l’Eden, che risolse definitivamente i dolori di schiena di cui avevo sofferto al mattino per tanti anni, sono passato poi all’Origin, un altro modello Dorelan, un po’ più sostenuto dell’Eden, che ha regalato alle mie notti tanti altri benefici… I primi mesi che dormivo sul mio nuovo Origin mi svegliavo e stirandomi nel letto pensavo “Ah, come sto bene!”… Direi che è il segnale migliore per capire che si è scelto il materasso giusto!

L’ultimo materasso che ho scelto per il mio riposo è il Twin: grazie a lui sono tornato alle molle insacchettate, ma con una molla completamente diversa e innovativa… è un prodotto fantastico, che disperde l’umidità in modo eccellente, accoglie il corpo alla perfezione, ma sostiene altrettanto bene, con il giusto grado di rigidità.
E’ il materasso perfetto per chi come me lavora seduto e ha qualche problema di schiena: ne vendo molti ai miei Clienti, che ne restano sempre soddisfatti!
In una parola? “Spettacolare!”

Un grazie di cuore al Signor Mario, a sua moglie e a tutte le persone dello staff, che ci hanno accolto nel loro bellissimo negozio con grande cortesia, disponibilità ed entusiasmo!

14 marzo 2014: Giornata Mondiale del Sonno

0


Dal Polo Nord al Polo Sud, dal Giappone, all’Africa, dall’Europa sino alle Americhe il 14 marzo 2014 è ufficialmente il “World Sleep Day” la giornata mondiale dedicata ai temi del benessere del sonno, del buon riposo e dei benefici di un sonno sano e rigenerante sulla nostra vita quotidiana.

“Dormire Bene Vivere Meglio” è anche il claim di Dorelan, Azienda che ha fatto da sempre del benessere del sonno la propria Mission Aziendale e che partecipa attivamente e quotidianamente alla diffusione in Italia della cultura del buon sonno e del benessere del riposo. Siamo convinti che il sonno sia il rimedio più naturale, più economico e potente che ciascuno di noi ha quotidianamente a portata di mano per garantirsi una fonte insostituibile di energia psicofisica. Fra le tante mode della vita moderna, il buon riposo resta in fondo l’unico vero segreto di longevità e gioventù, fonte gratuita e inesauribile di pace e intimità con noi stessi.

Promosso dall’Associazione Mondiale di Medicina del Sonno (WASM), il World Sleep Day è una giornata di sensibilizzazione mondiale sulle tematiche del sonno, animata da convegni internazionali, attività di educazione della popolazione, incontri e approfondimenti in ogni nazione.

L’iniziativa di Dorelan e Repubbica Casa & Design

Dorelan è lieta di dare il suo contributo al World Sleep Day grazie alla felice collaborazione con la Dottoressa Sara Marelli del Centro di Medicina del Sonno dell’Ospedale San Raffaele di Milano, che nelle giornate di oggi e domani, venerdì 14 marzo 2014, in qualità di Esperto del Sonno Dorelan, sarà disponibile sul sito web di Repubblica – Casa & Design per fornire la propria consulenza online rispondendo alle domande dei lettori.

In attesa delle Vostre domande e dei vostri interventi di domani, cominciamo a condividere con i lettori del nostro blog i tre “slogan” che animeranno la Giornata Mondiale del sonno 2014: Easy Breathing, Restful Sleep & Healthy body.

Ecco cosa scrive la WASM su ciascuno dei tre temi:

1. Easy Breathing – Buona Respirazione
Durante il sonno, il respiro è un’attività “automatica”, che svolgiamo senza alcun controllo da parte della nostra coscienza. Se ti capita di russare molto forte, se ti svegli col fiato corto e ti viene detto che il tuo respiro si ferma nel sonno, è possibile che tu soffra di Apnee Notturne.
Se clinicamente significativa, l’Apnea Notturna è un fenomeno che può ridurre la qualità del sonno, diminuire la quantità di ossigeno in circolo nel corpo e affaticare il cuore tanto da richiedere cure mediche specifiche.
Per ridurre gli episodi di apnea notturna è fondamentale adottare uno stile di vita sano: svolgere regolarmente esercizio fisico, perdere peso, e regolare i farmaci con il supporto del medico .

2. Restful Sleep – Sonno Rigenerante
Un sonno ristoratore è indubbiamente uno dei pilastri del benessere.
I tre elementi chiave per un sonno di qualità del sonno sono:
– la durata: le ore di sonno dovrebbero essere sufficienti per essere riposati e vigili il giorno seguente
– la continuità: i momenti di riposo dovrebbero essere continui e non frammentati
– la profondità : per essere rigenerante, il sonno deve essere sufficientemente profondo
La scarsa qualità del sonno può portare ad una mancanza di attenzione e a una concentrazione ridotta: si riducono conseguentemente la produttività nel lavoro e nello studio, e aumenta il rischio di incidenti automobilistici.

3. Healthy Body – Corpo in salute!
Un corpo sano è la premessa per un sonno rigenerante: le persone malate hanno spesso disturbi di sonno! Tenere sotto controllo le malattie ed evitare abitudini non salutari contribuisce a migliorare significativamente la qualità del riposo.
Non privarti mai del sonno: riconosci invece che dormire è essenziale per la salute e la felicità tanto quanto l’esercizio fisico e una sana alimentazione!
Sii consapevole che la qualità del sonno può influenzare direttamente la lucidità mentale, l’equilibrio emotivo, la produttività, la creatività, e anche la vitalità del tuo organismo (compreso il peso corporeo). Nessuna attività offre così tanti benefici senza fatica!

Fonte: http://www.wasmonline.org

Anche la WASM concorda quindi che dormire bene aiuta a vivere meglio!

Dorelan augura a tutti un felice World Sleep Day e vi attende domani per incontrare il nostro Esperto del Sonno sul sito di Repubblica – Casa & Design.

Vi aspettiamo!

Poca lucidità e fatica a concentrarsi… Sicuro di aver dormito bene?

0


Con questi miei primi contributi al Blog Dorelan voglio subito portare l’attenzione dei lettori sulla grandissima importanza di un buon sonno, duraturo e ristoratore, per la nostra vita “diurna”, ponendo l’accento su tre problematiche decisamente comuni e diffuse, tanto che a tutti noi, almeno una volta nella vita, è capitato di sperimentarne almeno una. Difficoltà di concentrazione, un vago o marcato senso di affaticamento e una certa sonnolenza diurna: tre fenomeni che talvolta possiamo incontrare durante le nostre lunghe giornate di lavoro e tutti e tre spesso riconducibili a piccoli disturbi del sonno, talvolta minimi e difficili da individuare, ma di cui questi tre fenomeni posso essere una “spia”.

Numerosissimi esperimenti scientifici hanno dimostrato che gli individui deprivati di sonno, anche solo in parte, si sentono fisicamente debilitati, avvertono un umore notevolmente appiattito ed un pensiero che sembra “sfuocato”. Ma bastano anche lievi disturbi del sonno (che incidono negativamente anche sulla “qualità” del nostro riposo, e non necessariamente solo sulla “durata”) a renderci “cattivi dormitori”, accusando in maniera significativa più fatica, sonnolenza, e difficoltà di concentrazione rispetto ai buoni dormitori.

Anche ad un non esperto è dunque chiaro come il sonno sia di cruciale importanza per il nostro normale “funzionamento” diurno a diversi livelli, che includono la vigilanza, l’attenzione, il “sentirsi in forma” ed un insieme di complessi ed eterogenei processi cognitivi.

Con questo ed il prossimo post ne analizzeremo insieme alcuni, partendo dai più importanti.

Vigilanza, attenzione e concentrazione

La vigilanza è un processo psichico dal funzionamento “lineare”, che si mantiene costante per tutte le nostre ore di veglia. Si è sempre vigili, in poche parole, anche se in modo inconsapevole, e la nostra natura, come forma di autodifesa e conservazione di sé, ci ha predisposti in modo tale che la nostra vigilanza sia sempre attiva, in un certo senso, “automaticamente”.

L’attenzione, invece, consiste in un momentaneo “attivarsi” della nostra psiche o dei nostri sensi attorno a qualcosa che è particolarmente significativo per noi.

A differenza dell’attenzione, che possiamo rivolgere in più direzioni contemporaneamente e per una durata anche molto prolungata, la concentrazione è uno stato psichico di profondo e intenso raccoglimento, su un solo oggetto o argomento, e di durata bene circoscritta.

Vigilanza e attenzione, in sostanza, sono due capacità di base della nostra psiche e che costituiscono, insieme alla nostra capacità di concentrazione, le fondamenta per i più alti livelli del nostro funzionamento “cognitivo”. Privati degli appropriati livelli di vigilanza e attenzione per chiunque di noi sarebbe impossibile svolgere anche attività molto semplici.

In maniera non troppo sorprendente, vigilanza, attenzione e concentrazione sembrano essere le funzioni cognitive più fortemente e consistentemente compromesse da un sonno insufficiente (per durata o per qualità).

Durante una giornata usuale, la vigilanza rimane relativamente stabile attraverso le ore di veglia in una persona sana e riposata. Tuttavia, se il nostro periodo di veglia supera le 16 ore, la maggior parte degli individui comincia a mostrare un sostanziale rallentamento dei tempi di reazione e un peggioramento dell’accuratezza nei test di allerta psicomotoria. Abbassando il numero di ore dedicate al sonno, oppure la qualità del nostro riposo, le conseguenze di un abbassamento del nostro livello di vigilanza e di rallentamento nelle “reazioni” possono essere causa di piccoli incidenti di distrazione, in casa (ad esempio in cucina), ma anche di incidenti più gravi e compromettenti per la salute propria e altrui, ad esempio se ci stiamo muovendo nel traffico, o se stiamo svolgendo ruoli di responsabilità, come guidare un mezzo di trasporto pubblico.

La carenza di un buon sonno, inoltre, influendo negativamente sulle nostre capacità di attenzione e concentrazione, alla lunga può causare sintomi quali difficoltà nell’apprendimento, ma anche nel prendere decisioni, nel risolvere i problemi, nel memorizzare contenuti e nel portare a termine i nostri compiti rapidamente e senza errori, oltre che fatica nel controllo delle emozioni. Gli effetti ricadranno così sul nostro lavoro e sul rendimento scolastico con una perdita di produttività, e sulle nostre relazioni sociali, con una aumentata difficoltà nel rapportarci agli altri.

Ecco perché assicurarsi di godere di sonno di ottima qualità, della giusta durata e intensità, e garantirsi ogni notte un riposo perfettamente rigenerante è senz’altro il primo e più importante passo per ritrovare ad ogni risveglio, giorno dopo giorno, la sensazione di “sentirsi in forma” e in piene forze, di buon umore e perfettamente lucidi!

Dottoressa Sara Marelli
Esperto del Sonno Dorelan